Portale in caricamento...

 

Peer-to-peer lending e transazioni bancarie: il futuro del mondo della finanza

19 Giugno 2021

Una sinergia tra peer-to-peer lending e transazioni bancarie rappresenta il futuro del mondo della finanza. Grazie al progresso e all’innovazione, anche il sistema bancario progredisce e diventa più semplice e veloce.

Nel corso della storia ogni attività umana, seguendo le dinamiche della propria natura, si evolve e muta con il passare del tempo.

Paolo Divizia, CEO e fondatore di BHLending, illustra i vantaggi e opportunità del peer-to-peer lending per il mondo della finanza italiano.

 

Problemi e nuove opportunità

 

Il peer-to-peer lending e transazioni bancarie
Paolo Divizia, CEO e Fondatore di BHLending.

L’articolo 10 del Testo Unico Bancario riconosce solo a banche e istituti di credito il ruolo di intermediari per le transazioni finanziarie.

Spesso, tali intermediari presentano ai propri richiedenti dei criteri di garanzie eccessivamente rigidi e penalizzanti.

Allo scopo di tutelarsi, adottano strumenti come il credit crunch, alzando i  tassi di interesse. In questo modo, diventa difficile, per i richiedenti, ripagare il proprio debito agevolmente. Gli investitori, invece, possono trovare difficile interfacciarsi con un metodo tradizionale di investimento a causa di una burocrazia complessa e farraginosa.

Il peer-to-peer lending trova un suo spazio nel mercato italiano rendendo superflui gli intermediari.

La piattaforma on-line mette direttamente in contatto risparmiatori e richiedenti, eliminando spese e burocrazia.

Ai richiedenti, è garantita la possibilità di ottenere un prestito più facilmente e con richieste di minori garanzie.

Agli investitori, sono garantite opzioni più redditizie, con tassi di interesse più alti in relazione a investimenti con maggiore tasso di rischio. Alcune società di peer-to-peer lending offrono, inoltre, modalità di tutela come buyback o cartolarizzazioni, per tutelare gli investitori da possibili casi di insolvenza.


Esperienze del peer-to-peer lending europeo e uno sguardo sul futuro

 

Nel mondo della finanza europea, il rapporto tra Peer-to-Peer Lending e transazioni bancarie è destinato a diventare sempre più stretto, fino ad arrivare ad una collaborazione con gli istituti bancari per modernizzarne procedure e tecnologie.

Attraverso sistemi di intelligenza artificiale, i servizi erogati diventano più semplici e veloci. Ciò significa commissioni molto più basse per il cliente. In alcuni casi, sono le stesse banche a proporre i metodi di intermediazione alternativa derivati da quelli della Fintech.
Una delle prime piattaforme di Peer-to-Peer Lending europee, Zopa, riuscì persino a farsi concedere dallo Stato Inglese una licenza bancaria a pieno titolo, ottenendo quindi la possibilità sia di mettere in relazione le parti che di erogare direttamente crediti.

Il successo di Zopa lascia presagire che lo sviluppo della Fintech possa essere una grande opportunità di rinnovamento per il sistema bancario. La circolazione di capitali diventa così più veloce e trasparente, al passo con lo sviluppo di un mondo che cambia sempre più velocemente.

Per saperne di più clicca qui

BHLendingHeadquarters
Contattaci per qualsiasi tipo di informazione
POLICYTermini e condizioni
RIMANI CONNESSOSocial
Seguici sui social di BhLending per non perderti nessuna novità
BHLendingHeadquarters
Contattaci per qualsiasi tipo di informazione
POLICYTermini e condizioni
RIMANI CONNESSOSocial
Seguici sui social di BhLending per non perderti nessuna novità

Copyright by BHLending S.r.l. – All rights reserved. Powered by CleverBit

Copyright by BHLending S.r.l. – All rights reserved. Powered by CleverBit